La cattiveria dimenticata

Continuo a parlare della tragedia del Quiper di domenica scorsa. Il gesto di un uomo che ha ucciso tre persone: padre, madre e figlia di cinque anni.

Giuseppe Panuccio, autore del triplice omicidio, dovrà rispondere inoltre di porto abusivo e detenzione d’arma da fuoco e spari in luogo pubblico.

Parlavo qualche giorno fa con una persona molto più esperta di me in “cose legali” che mi ha spiegato quanto potrà essere facile per la difesa dimostrare l’infermità mentale del proprio assistito.

Tutto ciò sarebbe scandaloso e non lo dico di certo con gli occhi iniettati di sangue (sebbene la rabbia sia più che giustificata), ma usando più la dose più alta di obiettività che la mia persona sia in grado di esprimere.

Considero il cervello un dono immenso di Dio e cerco di utilizzarlo il più possibile; ricapitoliamo: quest’individuo si è vestito, è uscito di casa con un pretesto e ha freddato a colpi di fucile a caricato a pallettoni il fratello e la moglie e la figlia di lui, dopodichè, gettando il fucile chissà dove si è consegnato alla polizia, parlando prima con il proprio avvocato, però.

Non può essere tutto derubricato paventando una presunta pazzia. Non tutti gli omicidi si spiegano così: penso ai coniugi Romani-Bazzi (che l’opinione pubblica chiama con affetto e confidenza ingiustificati Olindo e Rosa) , presunti autori della strage di Erba, che nelle loro vergognose apparizioni in aula continuano a imbrattare di merda la dignità di esseri umani con smancerie e carezze che una Corte seria punirebbe in maniera adeguata.

Non si uccide solo per pazzia. Esiste anche la cattiveria.

Chi uccide non è sempre una persona pazza, spesso è una persona cattiva.

Ma tutti noi spesso lo dimentichiamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: