Un’Asp da rifondare

In un Paese civile, lo stato di commissariamento dovrebbe essere una condizione straordinaria, negativa, ma straordinaria. Ma a Reggio, si sa, le leggi del buon costume e talvolta anche quelle della fisica si rovesciano: l’Azienda Sanitaria Provinciale n. 5, infatti, è commissariata da oltre un anno ormai: dopo la gestione D’Alessio si sono succeduti, nell’ordine, Renato Caruso, Giustino Ranieri e, da ultimo, il generale Massimo Cetola, insediatosi lunedì scorso.

Un generale dell’Arma per rifondare completamente un’azienda che solo alcune settimane fa il Consiglio dei Ministri ha sciolto per mafia. Ho avuto modo di scambiare qualche battuta con il generale Cetola: mi è sembrato un uomo tutto d’un pezzo, un vero militare.

Ma per Cetola sarà un vero casino: dalla morte di Flavio Scutellà, tanto per fare un esempio, il 118, messo ai tempi sotto accusa, non è stato rimpolpato nè con un nuovo mezzo, nè con un nuovo impiegato. Ma, a proposito di impiegati: prima di avere il breve colloquio con la stampa, da me indegnamente rappresentata per conto di strill.it, il generale Cetola è stato placcato da alcuni impiegati dell’azienda. Riporto qui, integralmente la discussione, alla quale ho assistito:

Impiegati: “Generale, per quei documenti che aveva richiesto, li avrà regolarmente lunedì prossimo (sette giorni dopo, ndclaudio)”

Generale Cetola: “Lunedì?”

Impiegati: “Eh sì perchè mercoledì è San Giorgio, giovedì è ponte, venerdì è Festa della Liberazione e sabato è sabato…”

Generale Cetola (con tono sconsolato): “D’accordo”.

Insomma, l’invio del Generale Massimo Cetola a Reggio Calabria rappresenta per il Governo l’estremo tentativo di risollevare la situazione sanitaria reggina. Se anche Cetola dovesse fallire il passo successivo sarà, probabilmente, l’invio dell’esercito, anche se, per cambiare un certo tipo di mentalità forse non basterebbero nemmeno le bombe.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: