Un sabato calabrese

Ricorderò per tanto, tanto, tempo questo sabato.

Gli incastri lavorativi mi hanno portato ad avere il “turno” di aggiornamento di strill.it nelle ore mattutine. Non dico che il sabato ci sia poco da fare, ma, di certo, solitamente, si tratta di una mattinata più “tranquilla” rispetto alle altre giornate della settimana.

Ma questo sabato calabrese, reggino, è stato diverso.

Due notizie, così diverse, così inquietanti, hanno scosso la mia giornata: a Gioia Tauro, Antonino Princi, imprenditore, viene fatto saltare in aria a bordo della propria mercedes; a Reggio Calabria, nella stanza normalmente utilizzata dal pm Nicola Gratteri viene rinvenuta una microspia.

La criminalità è tornata a usare le autobombe per uccidere: un metodo che, negli anni, dopo Musella, dopo Nino Imerti, dopo Gullace, avevo sperato di non rivedere più. Non si usa il tritolo tutti giorni, si usa solo quando non si può, non si deve, fallire. Proprio per questo sono preoccupato. Sono preoccupato anche se la deflagrazione è avvenuta non a Reggio, ma a Gioia Tauro. La vita, in Calabria, continua a valere troppo poco.

A Reggio, invece, e ciò mi inquieta parimenti, una microspia è stata rinvenuta nell’ufficio di Nicola Gratteri. Un magistrato antimafia, uno dei più preparati, quello delle indagini su Duisburg, su De Gregorio, su Dell’Utri. Uno dei pochi magistrati non chiacchierati, uno dei pochi di cui mi fido, a cui mi rivolgerei in caso di necessità. La cimice che lo spiava trasmetteva il segnale per una distanza massima di venti metri. Gratteri aveva una talpa, un traditore delle istituzioni, nella stanza accanto, ma non lo sapeva. Come Antonino Princi non sapeva che, in questo sabato di fine aprile, mettendo in moto l’auto, la sua vita sarebbe cambiata per sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: