E vince sempre lui

 L’anno scorso, poco prima dell’inizio del campionato di serie A, con la Reggina penalizzata di 15 punti (verranno poi ridotti a 11), un amico tifoso mi disse: “Se Foti riesce a salvarsi anche quest’anno allora è il diavolo”.

Sappiamo tutti come andrò a finire l’anno scorso e, da poche ore, sappiamo anche come è andata a finire quest’anno. La Reggina, dopo averla rischiata per tutto il torneo, porta a casa la pellaccia battendo per due a zero l’Empoli.

Anche quest’anno, nonostante una miriade di orrori (si badi bene, non errori), Lillo Foti, unica entità nella società amaranto, sempre più scarna nel proprio organigramma, è riuscito ad avere ragione sui critici.

La Reggina ha cominciato il campionato con una squadra imbarazzante, una squadra che avrebbe fatto fatica anche in serie B, ha cambiato, nel corso della sua tribolata stagione, tre tecnici, ha avuto tonfi disastrosi in casa (Livorno e Torino su tutti), ha vinto solo una volta in trasferta e per due terzi del torneo ha espresso un gioco approssimativo.

Eppure alla fine ce l’ha fatta anche quest’anno, con una giornata d’anticipo, addirittura.

E poco importa se probabilmente uno degli artefici della salvezza, al tecnico Orlandi, dopo essere stato catapultato in una situazione disperata, verrà dato il benservito calpestando quei “valori umani” di cui Foti parla stesso, ma dei quali ha un concetto piuttosto astratto.

Alla fine vince sempre lui.

Per fortuna.

Annunci

Tag: , , , ,

Una Risposta to “E vince sempre lui”

  1. vittoriodelfo Says:

    Fondamentale l acquisto di Bruno Cirillo, che ha contagiato col suo animo guerriero la squadra.
    Poi, in generale, il calcio è meno difficile di quello che si pensi; basta partire da un solido equilibrio difensivo.
    per il prossimo anno spero che si possa contare su Barreto, del quale si parla di una crescita costante; io penso che non ci sia stata una crescita ma solo una ritrovata condizione fisica, resa precaria ad inizio campionato dalle estenuanti traversate transoceaniche per la coppa america.
    Un pensiero però lo voglio palesare: domenica lo stadio con 25 000 spettatori sembrava un flash-back dei tempi migliori, sono sicuro che con quella cornice di pubblico i risultati della squadra, qualunque sia il valore tecnico, sarebbero sorprendenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: