Massoni & Massoni

Sono entrato in possesso di un libercolo di colore azzurro: la sesta edizione riguardante ESSENZA E FINALITA’ DELLA MASSONERIA relativamente alla loggia del GRANDE ORIENTE ITALIANO.

Riporto testualmente: “La Massoneria è un’Istituzione Universale operante in tutto il mondo e tesa al conseguimento di uno scopo elevato: la ricerca verso la perfezione spirituale dell’uomo… La Massoneria è un’Istituzione che lega tra loro gli uomini con il vincolo dell’amore, inteso come corrispondenza spirituale”.

E ancora: “La Massoneria ha per scopo il perfezionamento morale e l’elevazione sprituale dell’individuo al servizio dell’umanità. La Massoneria, pertanto, perseguendo il perfezionamento dellì’uomo, cerca attraverso un profondo travaglio interiore di creare un uomo nuovo, un uomo cioè che sia svincolato da ogni pregiudizio, da ogni imposizione fideistica e culturale, teso alla ricerca della verità”.

Infine: “I Liberi Massoni devono essere uomini buoni, di buon carattere, leali e di profondissima moralità: non persone litigiose, ostinate, settarie, ma uomini tolleranti, d’onore, rispettosi della giustizia e delle altrui convinzioni politiche e religiose”.

A questo punto ho cominciato a sentire un lieve solletico al cervello, un solletico sempre più insistente: io avevo letto qualcosa sulla Massoneria…

Ecco cosa scrive, a riguardo, Francesco Forgione, nella relazione che ha stilato, nella scorsa legislatura, sulla ‘ndrangheta: “La sua nascita (si parla della ‘ndrangheta, ndr) avviene sotto forma di società segreta e non è dubbio che il modello di società segreta più vicino, più simile, più aderente alla realtà, ai valori, alle esigenze della delinquenza organizzata, fosse rappresentato dalla massoneria e dalle società segrete che fiorirono nella prima metà dell’Ottocento”.

Inoltre: “Un lungo filo rosso unisce dunque ‘ndrangheta e massoneria, anche se, stando alle pacifiche conclusioni alle quali sono pervenute indagini giudiziarie e storiche, la reciproca compenetrazione delle due società segrete si consolidò a partire dalla seconda metà degli anni ’70, in singolare e non certo casuale consonanza con quanto avveniva dentro Cosa Nostra”.

Ecco invece cosa scrivono i magistrati della Dda di Reggio Calabria: “Si tratta dell’ingresso dei vertici della ‘ndrangheta nella massoneria, che non può avvenire se non dopo un mutamento radicale nella ‘cultura’ e nella politica’ della ‘ndrangheta, mutamento che passa da un atteggiamento di contrapposizione, o almeno di totale distacco, rispetto alla società civile, ad un atteggiamento di integrazione, alla ricerca di una nuova legittimazione, funzionale ai disegni egemonici non limitati all’interno delle organizzazioni criminali, ma estesi alla politica, all’economia, alle istituzioni. L’ingresso nelle logge massoniche esistenti o in quelle costituite allo scopo doveva dunque costituire il tramite per quel collegamento con quei ceti sociali che tradizionalmente aderivano alla massoneria, vale a dire professionisti (medici, avvocati, notai), imprenditori, uomini politici, rappresentanti delle istituzioni, tra cui magistrati e dirigenti delle forze dell’ordine. Attraverso tale collegamento la ‘ndrangheta riusciva a trovare non soltanto nuove occasioni per i propri investimenti economici, ma sbocchi politici impensati e soprattutto quella copertura, realizzata in vario modo e a vari livelli (depistaggi, vuoti di indagine, attacchi di ogni tipo ai magistrati non arrendevoli, aggiustamenti di processi, etc.), cui è conseguita per molti anni quella sostanziale impunità, che ha caratterizzato tale organizzazione criminale, rendendola quasi “invisibile” alle istituzioni, tanto che solo da un paio di anni essa è balzata all’attenzione dell’opinione pubblica nazionale e degli organi investigativi più qualificati. Naturalmente l’inserimento nella massoneria, che per quanto inquinata, restava pur sempre un’organizzazione molto riservata ed esclusiva, doveva essere limitato ad esponenti di vertice della ‘ndrangheta, e per fare questo si doveva creare una struttura elitaria, una nuova dirigenza, estranea alle tradizionali gerarchie dei “locali”, in grado di muoversi in maniera spregiudicata, senza i legami culturali della vecchia onorata società. Nuove regole sostituivano quelle tradizionali, che restavano in vigore solo per i gradi meno elevati e per gli ingenui, ma non vincolavano certo personaggi come Antonio Nirta o Giorgio De Stefano, che si muovevano con tranquilla disinvoltura tra apparati dello Stato, servizi segreti, gruppi eversivi”.

Beh, mi sembra che ci sia piena sintonia tra le due definizioni.

Annunci

Tag: , , , , ,

Una Risposta to “Massoni & Massoni”

  1. Franco ex Euromob sim Says:

    A proposito di criminali,e per lo piu’ di tipo assassino, ma “in cravatta e white collar”, googlate questo: “ nazista assassino Marco Brotto di Centrosim”. Costui negli anni 90 lavorava in Banca Imi. Era uno dei maggiori players di dividend washing in Italia, ossia attivita’ atta a far usufruire di crediti fiscali, il soggetto che prima dello stacco di un dividendo in Borsa, compri e mantenga, “over lo stacco stesso”, delle azioni. E’ una operazione che di solito arricchisce tutti e non solo chi di questi crediti fiscali usufruisce, incluso anche qualche politico che in cambio di cio’, non fa’ fare nessuna legge per stoppare il tutto a riguardo ( si bisbiglia di Raffaele Fitto della ex “Maf..orza Italia” ora “Pdml Popolo dei mafiosi in liberta’”). Anyway, e’ operazione legale, molto cara a massoni, rotariani, lionsoni and so on. E’ infatti protetta e tenuta legale da qs padroni del mondo appena citati, e quindi non mi soffermo su tutto cio’ oltre, incluso sull’eventuale moralita’ o amoralita’ dell’operazione stessa. Esiste dagli anni 70, quindi…. Non e’ legale pero’ che l’operatore che la faccia, ci mangi sopra rubando alla propria banca, che gia’ gli paga fior fior di stipendio, e si faccia pagare in nero, se non in “Nerone” ( parlando qui, infatti, di un operatore filomafioso e nazistissimo), come nel caso di questo assassino fascio razzista Marco Brotto di Centrosim ( perche’ pure assassino presto lo spieghero’), non per niente da tutti nickata “ Centronazistsim”, di cui vorrei far sapere a chi piu’ possibile. Tantissime infatti ( piu’ di tre milioni di euro) furono le stecche che egli si fece pagare in Svizzera e a Montecarlo a cavallo tra I due millenni ( 1999/2005), per le operazioni sopracitate. Ove egli specialmente si faceva tangentare, era presso il Credit Suisse di Zurigo, ex filiale di Bahnofstrasse, presto in rete ci saran pure le prove di tutto cio’. Passiamo, comunque oltre, ora. Chiunque in Borsa, a Milano, o in qualsiasi altro tipo di lavoro, notoriamente, in Italia, cerca di arrotondare, e quindi, anche qui non mi vorro’ soffermare troppo. Uno direbbe: e allora che vuoi dire con tutto questo? Che i citati piu’ di tre milioni di euro, che questo suin..azista killer corrottissimo Marco Brotto di CentroPinochettianiassassinisim, ha rubato a Banca Imi, a furia ” di arrotondare” presso il citato Credit Suisse di Bahnofstrasse a Zurigo e per cui Imi stessa lo ha cacciato ( solo grazie ai mafiosi nazifasci di Berlusconi, ora, egli e’, difatti, ancora “nel giro”, presso la citata Centrosim, di nuovo, non per niente, spesso nickata, “nell’ambiente”, Centromafiosinazistisim), li sta’ usando per finanziare spaccio di pastiglie killer di ecstasy, cocaina, e specialmente, organizzazioni neonazi gia’ citate. Egli, infatti, di giorno fa’ il trader in Borsa ( scadentissimo, perde sempre soldi, ma essendo egli del giro fascio puzzone di Berlusconi, si tappano occhi, naso e lo tengono) con la citata Centropiduistikillersim, e di notte prende spranghe, e previa sniffata di coca ( che pure spaccia, come dicevo) va’ in giro con altri killer come lui per la bergamasca, bresciana e milanese ( abita a meta’ strada, tra queste citta;. infatti, a Treviglio in via Casnida 24, tel 0363.45184) e spranga senza tetto, o chiunque in situazione di estrema fragilita’. Da vero bastardo spietato nazista ” forte con gli ultimi, debole coi mafiosi e fasci” tipico Berlusconiano codardo assatanato vile. Mi disse un giorno che in passato, ne ammazzo’ pure uno di senza tetto, di notte, strangolandolo. Prima di farlo noto’ che non vi erano telecamere nella zona e cosi’ che la avrebbe fatta franca. Aggiunse che il tutto fu fatto passare come classica morte da congelamento e “ si auto aggiusto’”. Da li mi fece ribrezzo e non gli volli parlare mai piu’. Ma non basta. La mia coscienza mi urla di far sapere di questo killer in circolazione al mondo, onde evitare che qualcun’altro emarginato…Sul blog di Paolo Liguori si nicka come anatas, ossia satana al contrario ( che stra schifo), altrove come Marco B, altrove ancora come Tatuccio, e scrive: “scanniamo quello, ammazziamo quell’altro, spariamo a quell’altro, perche’ son tutti non Berlusconiani e quindi da ammazzare”. E’ un killer, un ladro, un nazista, una schifosa feccia fascista, una spia ( finge spesso di essere anti Berlusconiano per fottere gli altri bloggers e cercare di infiltrarli; infatti qs pig nazista e’ iscritto agli amici di Beppe Grillo, ma solo per fare da “nemico” di Beppe Grillo stesso; lavora egli infatti per il suin..azista eversivo falsone complottardo antidemocraticissimo Giuliano Ferrara e suoi neo Pio Pompinari e non di meno per la attuale filofascistissima Cia), un traditore cesso, e il pianeta intero, per quel che mi riguarda, lo dovra’ sapere, affinche’, come dicevo, dopo che egli gia’ ammazzo’ un povero senza fissa dimora ( facile eee, schifoso putrido Marco Brotto di Centrondranghetasim) due anni fa’, il tutto non si ripeta. L’omerta’ rende questi mafiosi fascisti, quindi maf..ascisti, ancora piu’ cattivi, potenti e prepotenti, l’antomerta’ meno, da qui il mio volerne citare. A presto le prove dei suoi conti all’estero, il tempo che un mio amico svizzero di intelligence privata me li mandi, dopo esserseli fatti passare da qualche suo contatto in Credit Suisse stessa.
    Ps 1 Come dicevo, lavorava, e tutt’ora lavora,, come neo Pio Pompina.o per il suin..azista puzzone ladronelardone Giuliano Giulianazi Ferrara, come prima anche per Giuliano Tavaroli, Emanule Cipriani, Gaetano Saya, Riccardo Sindoca, Marco Mancini, Roberto “corrotto in maniera” Speciale, Mario Scaramella e iamm bell….Giusto per far capire che puzzone escremento lercio e’: “ ti sorride davanti e ti accoltella da di dietro, specie se sei un senza tetto, fragile o ultimo”, come riportavo. Diarrea codarda, nazindranghetara Marco Brotto di Centronazistsim, le tue trame, da adesso in poi, avranno fuoco e fiamme davanti a te, per quel che mi riguardera’.
    Ps 2 Ricicla soldi della Mafia del Brenta, ma anche della Camorra, in proprio, come attraverso una societa’ satellite della Centrofascistsim citata stessa, la Bpi securities di Londra degli altrettanto nazifascistissimi Marcello Comolli e David Head, legati a doppio filo con l’ex agente di cambio Carlo Pastorino il cui impero a inizii anni 90 crollo’ proprio dopo che il suo nome fu rintracciato in una lista di massoni enormi riciclatori di danaro mafioso. Era, il tutto pure in internet, sotto “ mafia e massoneria l’elenco della vergogna”: lista messa a disposizione dal’ottimo Mario Guarino, ma poi, il maf…ascista criminalissimo Silvio Berlusconi, ovviamente, fece sparire tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: