“La repressione è il nostro vaccino”

L’ennesima esplosione nella notte di Reggio Calabria determina uno di quegli episodi nei quali la ‘ndrangheta, come dicono gli esperti, “ha alzato il tiro”. Il tritolo che ha sventrato la pizzeria Dolci Sapori sul viale Aldo Moro e che ha ridotto in cenere numerose automobili dovrebbe rappresentare l’input decisivo che il sindaco, il prefetto e tutti le autorità competenti dovrebbero assolutamente cogliere, chiedendo al Governo l’invio di enormi quantità di soldati, poliziotti, carabinieri, finanzieri e finanche operatori della Protezione Civile per ristabilire le gerarchie tra Stato e criminalità.

Il Meridione, la Calabria, Reggio (sebbene la si voglia far passare per città turistica) sono allo sbando, nelle ruvide e sporche mani della ‘ndrangheta. Non vedo, onestamente, alcun tipo di futuro in questa terra e credo che l’unico mezzo che abbia lo Stato per dimostrare, prima di tutto a sè stesso, e poi ai cittadini che la propria esistenza è quello di MILITARIZZARE le “zone calde”.

Sì, è opportuno usare la terminologia bellica per definire la situazione. Non bastano pochi magistrati onesti e capaci (Pignatone, Prestipino, Di Palma, Gratteri) per contrastare l’esercito di tagliagole e dinamitardi che ha per nome ‘ndrangheta. Le operazioni della DDA, per quanto ben articolate, hanno dimostrato di non essere sufficienti a garantire le più basilari condizioni di sicurezza e legalità che un Paese civile come l’Italia (e la Calabria, fino a prova contraria, ne fa parte) ama definirsi.

Bisogna prendere atto del fatto che, come potete ascoltare, la repressione è l’unica arma per non soccombere.

Annunci

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: