Togato è bello

Franco, oh Franco!

Chi mi conosce sa quanto io possa odiare Zelig, ma questa volta mi è venuta spontanea.

Il procuratore di Crotone, Franco Tricoli, tra quattro giorni andrà in pensione.

Auguri!

Che regalo si farà l’eccellente magistrato a coronamento della lunga e prestigiosa carriera? Viste le latitudini la risposta è scontata: entrerà in società con un imprenditore mafioso!

La classica zona grigia (anche se qui di grigio c’è davvero poco) questa volta si materializza nei rapporti, piuttosto strani, sospetti e inquietanti tra il magistrato Tricoli e Raffaele Vrenna, mafioso, che per hobby fa l’imprenditore. Vrenna, già presidente di Confindustria Crotone, presidente del Crotone Calcio e vicepresidente di Confindustria Calabria, è condannato, in primo grado per associazione esterna. Ah, dimenticavo, la moglie del Vrenna è anche segretaria dell’illustre magistrato Tricoli…

Chissà cosa ne pensano i “travaglini”, strenui difensori della magistratura, dato che la notizia, che a dire il vero circolava da giorni, è stata posta all’attenzione dei media nazionali da un giornale, la Repubblica, che non sospetto essere “berlusconiano” (e quindi, secondo gli stessi “travaglini”, mafioso) a firma di un certo Attilio Bolzoni.

Ma, si sa, Bolzoni è come D’Avanzo…

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

11 Risposte to “Togato è bello”

  1. mario Says:

    Caro pseudoscribbacchino prima di parlare di qualsiasi persona bisognerebbe prima informarsi su dati certi e non con notizie riportate su giornali a dir poco scandalistici e sporatutto scritti da giornalisti molto male informati e per non dire molto male consigliati. Cosniglio un’attenta lettura del trust e dei soggetti che ne fanno parte anche se penso che sicuramente non è da tutti comprendere la lingua italiana ma sicuramente è da tutti fare notizia esclusivamente per statistica e numero di copie vendute. Complimenti ancora una volta alla repubblica italiana e ad i suoi valorosi giornalisti.

  2. Fabri Says:

    sei pregato di evitare determinate cavolate…il dott tricoli è una persona che per tanti ha aiutato molte persone passando giorno e notte a compiere il proprio lavoro con devozione.
    Sarà anche perche forse non si andra a finire come a napoli senza il suo intervento?
    O SARA PER NON LASCIARE IN GIRO ULTERIORI PADRI DI FAMIGLIA?

  3. Antonino Monteleone Says:

    Complimenti al magistrato che per anni usa come segretaria la moglie di presunto criminale.

    Così se qualcuno avesse voluto denunciare qualcosa, aspettandosi protezione, l’avrebbe avuta dalla moglie di un affarista dei rifiuti.

    Dio Benedica Dionisio Gallo, Raffaele Vrenna, Carmine Talarico ed Enzo Sculco.

    Non sorprende – a questo punto – scoprire che Corriere della Sera e Repubblica a Crotone (città) non vendono assieme più di 70 copie.

    A Catanzaro un PM indagava su un senatore in affari col figlio del Procuratore Capo.

    Brava gente. Sì sì. Brava gente. Che perde il sonno ad escogitare un modo per arrotondare una magra pensione!

  4. Michico Says:

    Riporto un AGI. Crotone, 18 ago. – Le quote azionarie di Vrenna, per un valore di oltre 5 milioni di euro, sono state cedute, in modo irrevocabile, ai suoi eredi legittimi, ovvero alla moglie ed alle due figlie minori, attraverso lo strumento del ‘trust interno’, da non confondere con il ‘blind trust’. E’ stato quindi individuato un ‘trustee’, ovvero una figura che ha il compito di assicurare la salvaguardia e la preservazione del patrimonio per conto degli eredi di Vrenna i quali acquisiranno la definitiva titolarita’ delle partecipazioni al termine del trust. La scelta del ‘garante’ e’ appunto caduta sul magistrato ormai in pensione Franco Tricoli, suscitando non poche polemiche e perplessita’. Dal canto suo Tricoli sostiene di aver preso questa decisione esclusivamente per motivazioni di tipo sociale, non ultima quella di garantire la sopravvivenza delle imprese che occupano oltre 500 dipendenti. Identico obbiettivo per gli amministratori delle tre imprese del gruppo. “Consacrata con le forme previste dal diritto – affermano in proposito – la definitiva estraneita’ di Raffaele Vrenna al capitale e ad ogni altro rapporto con Sovreco, Salvaguardia Ambientale e Mida, le scriventi hanno immediatamente intrapreso l’iter legale finalizzato ad ottenere l’aggiornamento delle informazioni necessarie alla regolare e legittima prosecuzione delle attivita’ di impresa. Le istanze di aggiornamento sono state formalizzate l’ 8 agosto dalla Sovreco ed il successivo 11 agosto dalle altre due societa’. Oggi attendiamo serenamente che il procedimento si compia e vengano adottati i provvedimenti richiesti. Cosi’ riteniamo di ottenere una nuova informazione priva di elementi ostativi”. (AGI)

  5. Michico Says:

    Ansa del 14 agosto:

    ”Fino all’ultimo possono esserci ripensamenti miei personali. Se accettero’ lo faro’ solo per salvaguardare un patrimonio che da’ lavoro a 700 famiglie”. Lo ha detto all’ANSA il procuratore di Crotone, Franco Tricoli. Tricoli, lunedi’ prossimo, lascera’ la magistratura per andare in pensione e secondo notizie di stampa fara’ il presidente del blind trust delle aziende, che operano nel settore rifiuti, di Raffaele Vrenna, l’imprenditore condannato a quattro anni per concorso esterno in associazione mafiosa, a conclusione di un’inchiesta condotta da un magistrato della procura crotonese applicato alla Dda. ”L’unica motivazione – ha aggiunto Tricoli – e’ in favore dei dipendenti. Mi sono consultato anche con colleghi e consulenti a livello universitario. Non sono al soldo di nessuno. Non ci sono soldi che possono comprare l’etica e la trasparenza di una persona. Io vivo della rendita che mi ha lasciato mio padre, un patrimonio etico ed umano. Il problema giudiziario e’ dell’operatore economico. Sara’ condannato, sara’ assolto. Questo non interessa il trust. Sono sorpreso ed allarmato delle reazioni. Invece di parlare delle aziende si e’ concentrata l’attenzione sulla persona. Il trust salva l’azienda e l’operatore economico esce. Ed a capo del trust puo’ esserci solo una persona di spiccata moralita’ e trasparenza che abbia espresso se stesso con equilibrio, operativita’ e incisivita”’. ”Non ravviso dubbi – ha concluso Tricoli – su quello che faccio. Faccio quello che sento. La mia biografia parla per me. Diversi uomini di governo mi hanno detto forse e’ stato trovato in Calabria, finalmente, il sistema per salvare le aziende”. ”Ho la massima fiducia nella mia segreteria che deriva non da valutazioni personali, ma in base a come lavora”. A dirlo e’ stato il procuratore di Crotone, Franco Tricoli, in merito a notizie di stampa in cui si evidenzia che la sua segretaria e’ la moglie di Raffaele Vrenna, l’imprenditore crotonese condannato in primo grado a quattro anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Tricoli dovrebbe diventare il garante del blind trust delle imprese di Vrenna al quale, dopo la condanna, e’ stato tolto il certificato antimafia. ”La mia segretaria – ha detto Tricoli all’ANSA – non ha mai demeritato. E’ una delle poche che ha un certa professionalita’ e affidabilita’. Ai colleghi ho sempre detto che non me ne potevo privare. Quando facevo le misure di prevenzione antimafia erano affidate solo a lei”. Tricoli ha anche tenuto a precisare che il pm del suo ufficio che ha coordinato l’inchiesta su Vrenna, Pierpaolo Bruni, lo ha sempre informato degli sviluppi, anche se era applicato alla Dda di Catanzaro. ”Ho assicurato – ha detto – la crescita dei miei ragazzi, aprendo le porte alla Dda. Altri non lo fanno”. Il magistrato ha anche sottolineato il suo impegno contro le cosche del crotonese. ”Sono stato il primo magistrato sul territorio, da giudice istruttore – ha detto – che negli anni ’70 e ’80 ha fatto arresti in tutte le cosche e per questo ho subito serie minacce. Abbiamo anche saputo ci furono anche delle riunioni tra cosche per organizzare una strategia contro la mia persona”. (ANSA)

  6. Michico Says:

    Prima di vomitare insulti e cretinate contro persone che non conoscete, sarebbe opportuno conoscere le persone, ciò che hanno fatto e, soprattutto, ciò che giuridicamente si accingono a fare. Tant’è. Dispiace solo comprendere che avere una notizia falsa ma shockante è meglio che informare correttamente. Spero vivamente che coloro i quali hanno diffamato gratuitamente vengano puniti. E poi vorrei sapere che diamine dice quel Antonio Monteleone riguardo al pm di Catanzaro, del senatore, del figlio di chi o cosa… Se è a conoscenza di fatti e/o indagini riservate farebbe meglio a tacere ovvero fornire la fonte, piuttosto che continuare a vomitare. Ma quanti di voi che criticate sapete che cazzo è il trust?

  7. Antonino Monteleone Says:

    Caro Michico,

    nessuno ha mai addebitato a Tricoli illeciti di natura penale. Ma solo gravi ed evidenti violazioni dell’etica professionale. Non basta andare in pensione per smettere di essere magistrato. Non basta parlare di trust (so bene cos’è un trust) per esimere l’ex procuratore capo di Crotone dall’avere rapporti con il presunto mafioso Raffaele Vrenna.

    Quando alle vicende che riguardano Luigi de Magistris ti consiglio di leggere i giornali!

    am

  8. cervello pensante Says:

    Lettori dello pseudoscribbakkino fidatevi ke mikino lo conosce a tricoli come lui stesso ha lasciato intendere fidatevi e non permettetevi di avere opinioni contrarie!!mi kiedo ma quante persone ha “aiutato” sto tricoli nella sua lunga carriera??aspettiamo un messaggio di GRATITUDINE di tutti gli interessati e amici!!!!!!!!

  9. Aramis Says:

    io adoro questo blog!leggere che mario considera Repubblica che ha pubblicato il pezzo di bolzoni “giornale scandalistico” veramente mi fa sbellicare dalle risate!eva duemila o chi? sono dunque giornali di approfondimento no??!meno male però che mariuccio nostro capisce la lingua italiana non come questi giornalisti italiani come anche Cordova ahaaaahaaah!!!e poi l’amico fabri, rivolgo un appello urbi et orbi valido per tutti: “siete pregati di non dire cavolate”. ma altrimenti cosa ci faiiii??ci dai una lezione??ora sì che abbiamo pura!!!MA CI MANCHERà DAVVERO LA “DEVOZIONE” DI TRICOLI!!!eh sì!

  10. Confindustria smemorata « Claudio Cordova Says:

    […] Questo blog si è già occupato di Raffaele Vrenna, ex presidente del Crotone Calcio, per la torbida (ma qualcuno la pensa diversamente) vicenda che ha per protagonisti Vrenna, appunto, e l’ex procuratore capo di Catanzaro, Franco Tricoli. I fatti li potete leggere qui. […]

  11. trust Says:

    Il Trust è legale da anni in Italia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: