100mila euro per la rete wireless, 0 per i precari

da www.strill.it

Game, set & match per il Comune di Reggio Calabria.
Il termine ultimo per l’approvazione dell’avanzo di bilancio era fissato per oggi, 30 settembre. Puntualmente, con una seduta-lampo, a differenza del solito, viene approvato a maggioranza il maxiemendamento su proposta del consigliere Pasquale Morisani con il quale si propone di destinare la somma di 780mila euro a diverse iniziative.
L’emendamento passa con 24 voti favorevoli (tra i quali anche il consigliere d’opposizione Nino Zimbalatti) 4 astenuti e un voto contrario.

La somma più cospicua del maxiemendamento riguarda il fondo di solidarietà a favore delle famiglie in stato di disagio economico e sociale: 500mila euro su proposta del consigliere Giuseppe Sergi che ha suggerito come questi fondi possano andare a 1000 soggetti attraverso una di una family card di 500 euro.

La battaglia vera, a quanto si apprende, l’opposizione l’ha fatta nelle stanze delle Commissioni. In Aula, invece, il più duro è Nuccio Barillà, poi astenutosi, che, nel proprio intervento lancia un preciso attacco all’operato dell’Amministrazione Comunale: “Il fondo per le famiglie bisognose è certamente un’opera meritoria – dice –, tuttavia sarebbe stato ancora più opportuno concentrare una buona parte dell’avanzo di bilancio per la stabilizzazione degli LSU/LPU del Comune, che, per la maggior parte, sono laureati con famiglia a carico. Avrei, inoltre, destinato dei fondi anche a Ecolandia. Perciò non posso condividere – tuona infine Barillà – questo metodo dell’Amministrazione Comunale che porterà di certo al dissesto e al fallimento”. Di “bilancio fallimentare”, inoltre, parla anche Domenico Meduri dell’Udeur: suo l’unico voto contrario in Aula.

Insomma, LSU/LPU restano, ancora una volta, fuori dai piani dell’Amministrazione Comunale, ma il sindaco Scopelliti non ci sta e difende le proprie scelte: “Abbiamo recuperato i residui attivi. Dall’Amministrazione, oggi, arriva una prova di sensibilità, così come, con la presentazione di un unico maxiemendamento, i consiglieri di maggioranza hanno dimostrato coesione e maturità. I dati sono dalla nostra parte, come testimoniato da uno studio svolto da CittadinanzAttiva: Reggio Calabria – conclude il Primo Cittadino – è la città che più di tutte investe nel sociale”.

Nel dettaglio con l’approvazione e l’immediata esecutività del maxiemendamento vengono destinati 10mila euro per il progetto “strategie di prevenzione primaria e comunicazione territoriale integrata per la riduzione dell’incidenza del carcinoma alla cervice uterina (il papilloma virus); altri 10mila euro per il progetto “Ambiente e Scuola – animazione territoriale ed educazione dei minori alla raccolta differenziata e riciclo dei materiali”; 40mila euro per il progetto “Accoglienza all’ingresso e all’uscita delle scuole elementari comunali”; 100mila euro per interventi di sostegno delle Politiche attive del Lavoro nelle pari opportunità; 20mila euro per beni e servizi da destinare ad attività di ricerca, studio e convegnistica e, infine, su proposta della consigliera Cusumano, 100mila euro per l’ampliamento della rete wireless in città.

100 a 0. Questo il risultato finale: 100mila euro per l’ampliamento della rete wireless, nemmeno un centesimo bucato per i precari, in attesa, da anni, di una meritata stabilizzazione.

I lavori terminano con questo dato.

Il secondo punto all’ordine del giorno, infatti, non viene discusso, ma rimandato per la seconda volta consecutiva: “l’adozione di iniziative a sostegno del mantenimento dell’attività svolta da Sviluppo Italia”, mozione dei consiglieri Scarfone e Morisani, slitta ancora a causa dell’assenza del consigliere Lamberti, già presidente di Sviluppo Italia, il quale aveva manifestato la volontà di intervenire sul punto.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,

2 Risposte to “100mila euro per la rete wireless, 0 per i precari”

  1. spina daniele Says:

    sono un disoccupato con tre figli,come posso accedre alla family card?

  2. giovannacusumano Says:

    Per amore di verita’ preciso quanto segue.
    Mi e’ stata erroneamente attribuita la paternita’ della proposta, inserita nel maxiemendamento per avanzo di bilancio, di destinare 100 mila euro per la rete wireless!
    La sottoscritta, infatti, nella propria qualita’ di consigliere delegato alle Pari Opportunita’, ha proposto di destinare 100 mila euro alla formazione ed all’inserimento delle donne nel mondo del lavoro!
    La proposta e’ stata fortunatamente accolta.
    Mi sembra superfluo, considerato la notevole differenza tematica che corre tra le due proposte (preciso che quella relativa al potenziamento della rete wireless e’ da attribuire al consigliere Dascoli), argomentare ulteriormente.
    tanto si doveva!
    giovanna cusumano

    ******************************

    Gentile Consigliere,

    la ringrazio innanzitutto per il commento. La sua è una rettifica doverosa che accolgo di buon grado, scusandomi per averle attribuito, erroneamente, l’emendamento sulla rete wireless. Al di là delle paternità (o maternità, dato che parlo con una signora) degli emendamenti, credo che la sostanza, purtroppo, sia ugualmente amara e sia racchiusa nel titolo del mio articolo. Per i suoi precari il Comune di Reggio Calabria sta facendo troppo poco. Spero di essere smentito al più presto.

    La ringrazio ancora per avermi scritto e le auguro buon lavoro.

    Claudio Cordova

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: