Mister 1300 preferenze

partito_democratico

Avevo risparmiato dalle mie analisi le primarie farsa del movimento giovanile del Partito democratico, ma, scrivendo, il caro Antonino Castorina (uno degli eletti a tavolino, a Reggio Calabria, nell’Assemblea Nazionale) a volte istiga in maniera irrefrenabile i miei polpastrelli.

Proprio ieri, sfogliando CalabriaOra a pagina 6, leggo un comunicato intitolato “Non si può generalizzare”, a firma proprio di Antonino Castorina:

Ho letto in questi giorni diverse opinioni e interventi usciti su questo giornale rispetto a quanto accaduto in occasione delle primarie dei giovani democratici.
Non si può fare di tutta l’erba un fascio, non si può generalizzare tutto, perché c’è chi come me, crede realmente nel cambiamento ed in un partito serio, e si spende ogni giorno per questo tanto da essere sì cooptato, tra l’altro da me medesimo, visto che rappresento l’area riformista (quella con Naccari) ma con più di 1300 preferenze di sopra.

Bravo! Anche io credo nel cambiamento (non solo politico) delle cose.

Ma, tutto questo, cosa c’entra con l’argomento in questione?

“Non fare di tutta l’erba un fascio”, dice Antonino Castorina. 

Sono d’accordo anche su questo.

E infatti leggete bene cosa è successo vicino ai monti della Sila: sedici giovani, tutti di area Red a Cosenza, quella guidata dall’ultimo segretario calabrese dei Democratici di sinistra, Carlo Guccione, hanno deciso di lasciare il loro posto di delegati alle assemblee costituenti nazionale e regionale dei Democratici junior.

“Questo non è certamente il nostro Pd”, dicono.

A Reggio Calabria, invece, dove sono stati presentati tanti candidati quanti i posti disponibili nessuno si è dimesso.

E’ giusto dire che non si possono accomunare i giovani pidini di Reggio ai sedici cosentini che hanno avuto decenza e dignità di lasciare la poltroncina. “Non si può fare di tutta l’erba un fascio”.

Quindi Antonino Castorina ha ragione.

Ma Antonino Castorina crede nel cambiamento.

Cosa c’entra questo con le primarie farsa?

All’apparenza ben poco, ma, con un’attenta analisi devo dire che il Pdl (tanto per citare un partito a caso) di birichinate ne combina ogni giorno, ma, che io sappia, primarie di questo genere mancano all’elenco.

Quindi, anche da questo punto di vista, il Pd si conferma essere il vero e unico partito del cambiamento. Il partito che ha portato la novità.

E questo Antonino Castorina l’aveva capito, probabilmente, fin dalle elezioni-farsa del segretario regionale, quelle che avevano visto Marco Minniti prevalere sul nulla, essendo l’unico candidato calabrese.

Ti piace vincere facile?

Iscriviti nel Pd!

Non devo esagerare, però. Perchè Antonino Castorina rivendica, giustamente, le sue 1300 preferenze!

Capperi!

1300 preferenze!

Ecco su questo punto preferisco non rispondere, ci ha già pensato quel cattivone di Montecristo, sempre su CalabriaOra (a pagina 7) che, nel commento “Datevi una calmata giovani-vecchi”, scrive:

Suvvia Castorina, ma preferenze de che se a Reggio è stato impedito anche fisicamente ad altri giovani di candidarsi?

Certo che, Montecristo non è stato per niente carino a definire Castorina un “giovane-vecchio”: non è di certo un reato essere amico di Naccari e non è nemmeno un reato essere amico di Carlizzi.

Mister 1300 preferenze sarebbe stato un nomignolo molto più azzeccato ed elegante.

La verità è che, a causa di Berlusconi, purtroppo essere di destra (o di centrodestra) è diventata una barzelletta, ma solo grazie a movimenti come il Partito democratico lo stesso Berlusconi riuscirà a rimanere in sella fino alla fine dei suoi giorni.

E questa è la colpa più grave.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

3 Risposte to “Mister 1300 preferenze”

  1. Luca Says:

    Ho letto quel pezzo di Calabria ora,ed è ripreso da un pezzo che ha certamente inviato Castorina al medesimo giornale ed è stato pubblicato il giorno prima ma in quel pezzo il suo pensiero è tagliato cioe’ è riportato in maniera parziale e non si capisce bene il significato del suo messaggio che invece il giorno prima era ben definito,tra l’altro penso che la rivendicazione delle preferenze ottenute sia legittima perchè penso,in quanto ho visto da vicino cosa è accuduto in queste primarie,le ingiustizie Castorina le ha subite non le ha certo provocate,esempio massimo è stata la disposizione dei seggi elettorali.

    Perciò,così è….

    buona sera …

    n.b. il nomignolo affibiatogli da cordova mi piace tanto e mi fa ridere mo oggi lo chiamo e gli dico di sto post mi fa morire da ridere c’e’ da dire anche se non lo condivido

  2. Michele Nista Says:

    Italia di Silvio Berlusconi che schifi anche a mogli di politici di pesante dx, come a Carla Bruni, o a Nikolas Sarkozy stesso, uomo si, di affatto leggera dx, ma, di dx all´europea, di tipo piu’ democratico possibile, e non di stampo “cilen/argentin/uruguayano”, fine anni 70″, come stra rappresenti tu. Italia di Silvio Berlusconi che schifi anche a altri politici assolutamente super conservatori come alla Merkel, a Rasmussen, come, addirittura, ultimamente, anche a Edward Luttwack, uomo di quasi estrema destra, o a Henry Kissinger, uomo gia’ di estremissima destra. Italia di Silvio Berlusconi, che per non sprofondare, per bleffare, per fare nebbia ( come quando i tuoi padri putativi piduistissimi come te, nonche´ assassinissimi, Videla e Massera, decisero di invadere ” ad hoc” le Falkland, “per far fumo, per non far capire”), ti vuoi mettere tra Usa e Russia, ma non ti rendi conto di quanto sei ridicola? Puo’ mai il grandiosamente promettente Obama Barack avere bisogno di uno schifoso camorrista, spessissimo assassin mandante, come te: “Al Scrofone”, Silvio Berlusconi per fare foreign affairs? Italia di Silvio Berlusconi che a un uomo nato inimportante e divenuto importante, su basi di onesta’ e corazao, come Lula da Silva porti i giocatori del Milan, come dire ” vedi Lula, l’Italia, e’ per me, come, non uno stivaletto, ma come un calzino puzzolente; e’ come un mio feudo neomedioevale, mafascistissimo, ormai; tu stai grandemente rendendo il Brasile meno latifondista e piu’ di tutti; io l’Italia, invece, sempre meno di tutti, ma piu´ super latifondista………………………., e specialmente mia e dei miei fratelli massonazimafiosi”!!!!!! Italia di Silvio Berlusconi, che vedi gli investitori internazionali provare disprezzo assoluto per te, ripudio, per te, e vendere a tonnellate btp italiani e comprare bund tedeschi, nonostante entrambi in euro. I cds ( credit default swap) spagnoli, erano definiti “pericolosi” come quelli italiani, pochi mesi fa. Ora son definiti molto piu’ sicuri degli italiani stessi. Italia di Silvio Berlusconi, fai schifo a tutti, sei sul corridoio che sa’ tanto, che maleodora tanto, di Argentina 2000. Italia di Silvio Berlusconi, che sei antiecologista, antidemocratica, discriminatrice, nazista, mafiosa, massonazista, razzista, assassina, che sei una kiavika, direbbero nella tua nuova capitale di Arco..r..leone. Italia del piduista eversivo falsone codardo verminoso Silvio Berlusconi, un uomo del promettentissimo nuovo Martin Luther King misto a JF Kennedy, Obama Barack ( ma ex conulente del gia’ sopracitato, quasi di estremissima dx, Henry Kissinger: nota beneeeeeee) ti ha appena dato un intelligentissimo warning: “via l’Italia dal g8, g14 e g20, se totalmente in mano a un Xuxluxlclanista come Silvio Berlusconi; essa vale ormai molto meno di Nigeria, Pakistan e Indonesia, oltre che meno di Spagna, Portogallo, Olanda, Brasile, Cina, India, Messico, Peru, Vietnam, Russia, Malesia, Singapore, Cile, Australia, Nuova Zelanda”, ma che quando eri con Prodi eri davanti a tutti costoro. Italia di Silvio Berlusconi, puzzona lurida Italia di Silvio Berlusconi ( puzzone e lurido connessi all’infido cognome e nome, Silvio Berlusconi e non a Italia; e se volete far finta di non capire, vi mando subito af…) che rivuoi l’apartheid: neri di qua, bianchi di la. E poi bianchi celtici di qua e bianchi terroni di la. E poi bianchi celtici biondi e puri di qua e moretti, di la. Mi fai super schifo. Italia di Silvio Berlusconi, che spranghi quasi a morte giovanissimi studenti. Italia di Silvio Berlusconi che rivuoi la guerra civile, che inietti oceani di veleno assassino tutti i giorni chiamato ” strategia di Berlusconianissima tensione”. Che Tavaroli, che Cipriani, che Mancini, che fai malavita alla Saya, alla Sindoca, che fai pesanti Pio Pom.e. Italia di Silvio Berlusconi, che dai un programma tv al mandante di stragi che han ammazzato 5000 persone e levato le gambe e braccia a altre 5000: Licio Gelli, che pero’ di te e’ padre, maestro, schifosissimo Gran Maestro, quindi…. Italia di Silvio Berlusconi, che via tuo Gianfranco Fini dicesti: ” mai alla Casa Bianca un negro”. E che per ribadire hai scrofato di nuovo: “Obama ha vinto solo perche’ e’ abbronzato, e quindi, e’ appunto, solo un semplice spor.o negro”. Italia vomitevolissima di Silvio Berlusconi che dai fuoco ai piu’ sofferenti, tra i tuoi, coloro che gia’ soffrono le pene dell’inferno, che dovresti amare e salvare: i senza tetto, vedi il per me, amabilissimo fratello Cristiano, o meno, nostro, Andrea Severi. E ti definisci pure Cattolica, laica, liberale o massona per bene? Satanista e disumanissima sei, lercia Italia di Silvio Berlusconi. Italia del pappone, simil stupratore di mignott.zze varie, Silvio Berlusconi, che premi la zoccolocrazia, che rendi ex pornostar, ministre, e perseguiti, anche a morte, chi per bene, chi anti te, ossia chi di centro sin, dicendo implicitamente loro: “o votate me, o a morite di fame sotto i ponti, o morite perche’ vi faro’ sparare dai miei sicarii nazicamorristi, e basta”. Italia di Silvio Berlusconi, che rubi, mafiii, ndrangheti, usurpi, ricicli danari criminali a valanga, specie via tua Mafisaet Nazistset Mediaset e Mafininvest. Italia dello spessissimo mandante di omicidii, Silvio Berlusconi, che dici alla unica tv su 100, non, difronte a te, girata e a 90 gradi, ossia alla migliore tv italiana ( non per niente), Rai 3: “poniti in posizione e desnuda, come tutti gli altri, e subito, o presto morirai”, e cio’ via mafioso ufficialissimamente affiliato alla famiglia criminalissima dei Malaspina di Palermo: Marcello “macello” ( as lovely nicked by the maximum mafioso ever: Stefano Bontade) Dell’Utri, per dar ancora piu’ senso di malavita killer, alla tua minaccia. Italia di Silvio Berlusconi, che vuoi che si dica che tutto va’ bene, per forza, anche se cio’ e’ una megapalla, guarda caso, stessa cosa che imponevano Pol Pot e Hitler, ooo che caso, wagliunce’. Italia di Silvio Berlusconi che vedi il piu’ schifoso, repellente italiano di tutti i tempi, Silvio Berlusconi stesso, controllare tutto, peggio che ai tempi di Pinochet e Franco. Italia di Silvio Berluconi, che vedi nel Pd un mare di schifosi infiltrati spioni eversivi corrotti porci da quella agenzia Pio Pompin..issima investigativa maf..ascista che e’ il Foglio massonfasciodiarreico di Giuliano Giulianazi Ferrara, tipo quel massonazimafioso catanese corrottissimo falso porcilmente disonesto di Francesco Costa ( che, avendo sentito dire da un giornalista dell’Economist, alla Bbc, due mesi fa, che da quando Sergio De Gregorio e Lamberto Dini han accoltellato Prodi, son diventati ricchissimi, cosa di certo appena accaduta anche a Riccardo Villari, ovviamente, sta’ pensando anche lui, che….). Italia di Silvio Berlusconi, nel mio piccolo, faro’ tutto cio’ che lo Spirito del Cielo Altissimo mi ispirera’, che mi suggerira’ di fare ( di non violento e in linea con……) per vederti sbriciolare. Saro’ il tuo Obama Barack, inteso come saro’ il tuo Davide che distrusse l’odiosissimo Golia. Poi, le chiavi del tuo palazzo, forse, non le vorro’, le daro’ a chi mi piace di piu’ del centrocentrocentrosin, ma vederti sfarinare, desiderero´. Poi i conti saran quadrati, e Silvio Berlusconi, la sua viperetta della serie “mal sangue non mente”, Marina Berlusconi, il suo fascio lercio Fedele Confalonieri, cosi’ come il cesso porcone Giuliano Giulianazi Ferrara, ma anche Giulio Tremonti, san benissimo che intendo. A noi ( di tipo antinazifascistissimo, quindi antiBerlusconianissimo ). Yours sincerely, Michele ” Michael” Nista.

  3. Antonino Castorina Says:

    Appena finisco di studiare per gli esami,quindi dopo il 20 c.m invierò al blog un mio pensiero in merito a quanto scritto da te e ovviamente da Montecristo esponendo le mie impressioni su queste primarie dei giovani democratici,sull’impegno messo in campo dalla mia area politica culturale,sugli intoppi che ci sono stati a livello nazionale,regionale e provinciale,sulle cose che secondo me sono andate bene e su una serie di questioni che riguardano il pd che penso possano essere interessanti; spero ovviamente che il post che mi accingerò a scrivere possa essere pubblicato integralmente nel tuo blog.

    Un abbraccio

    A.C.

    *************
    La mia mail la conosci. La tua speranza non verrà disattesa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: